lunedì 24 novembre 2014

Opusculus de tuberis


Il progetto "le Vanvere" prosegue con una nuova avventura: la nostra prima vera esposizione ideata e realizzata insieme. Le tavole mie, di Lisa, Camilla e Giulia saranno ospitate alla Locanda San Martino di San Miniato (Pi) per circa un mese. L'iniziativa è partita in occasione della Mostra Mercato Nazionale del Tartufo Bianco di San Miniato.

Ora, io ammetto che faccio parte di quella piccola schera di persone che non amano mangiare il tartufo... Però devo dire che, dopo un po'di tempesta di cervelli (o "brainstorming", per i pubblicitari), le idee e gli spunti sono saltati fuori in abbondanza. Abbiamo deciso di realizzare tre tavole comunicanti fra loro, ognuna autonoma ma anche collegata alle altre. Io ho realizzato una tavola-tavolata che attraversa la storia del tartufo, in cui degli entusiasti antichi Romani grattugiano il tartufo e allungano la mano verso i piatti dei commensali medievali, i quali sono perplessi di fronte all'odoroso tubero (ritenuto velenoso o addirittura demoniaco in quel periodo) e brindano insieme a degli imparruccati cortigiani del XVIII secolo.  
Abbiamo creato anche dei piccoli leporelli con le riproduzioni delle nostre tavole.


La storia a tavola
Qui potete vedere l'articolo completo con tutte le tavole sul blog www.vanvere.it:
le tartufòn









Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.