sabato 27 luglio 2013

Günther und Till - storia di un pupazzo

Ecco la storia del pupazzo che ho realizzato durante il bellissimo corso di stop motion "Eppur si muove", tenuto dal regista e illustratore Stefano Bessoni presso Fabbrica delle Favole, Macerata.
Per fare un pupazzo ci vuole un concept, per fare un concept ci vuole un'idea... L'idea è difficile da fare. Ma ecco che salta alla mente.
Stiamo parlando di una creatura un po' difficile, dalla personalità complessa...

Günther und Till - the story of a puppet
This is the story of the puppet I made during the course "Eppur si muove", held by director and illustrator Stefano Bessoni.
To make a puppet you need a concept, to make a concept you need an idea... An idea is hard to make... But sometimes it appears. We're talking about a complicated creature, with a complex personality...


Concept - Günther und Till, detti anche Sturm und Drang
Si parte dal disegno: visione frontale, laterale, di spalle, a dimensione reale.
Dalla progettazione dello scheletro alla modellazione della testa (ops... delle teste!), delle mani e del corpo.
We started from a sketch with different views. After designing the "skeleton", we modeled the head (heads in this case!) and the other parts of the body.



Modellazione degli abiti, pittura e "pedicure"... È nato!!!
Modeling clothes, painting and "pedicure"... He was born!







"Eppur si muove"... Sul set.


In scena - On stage


Moving hands

Moving eyes


"La stop motion è il cuore nero dell'animazione" (S.Bessoni)




Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.